mercoledì 20 novembre 2019

Cultura

La ricetta della felicità per tutti

31 luglio 2013
La ricetta della felicità per tutti

Giovedì 1 agosto alle 21 Librincontro organizza presso la Piazza del Buonincontro a Castrocaro una “chiacchierata” sulla felicità, partendo dallo spunto della pubblicazione del nuovo libro di Mario Biserni “E tu sei felice?” (Edizioni IN Magazine)

Cos’è la felicità? Quando possiamo dirci veramente felici? E, soprattutto, qual è il segreto per costruire ogni giorno un piccolo angolo di felicità? Giovedì 1 agosto alle 21 a Castrocaro ci sarà l’occasione per conversare su questi argomenti, per confrontare opinioni e esperienze e per porsi la fatidica domanda “E tu sei felice?”. Questo è infatti il titolo dell’ultimo libro di Mario Biserni, imprenditore e personaggio attivo nel mondo del volontariato locale, che in un lieve apologo ha dato ai lettori la sua personale “ricetta” di felicità. Converseranno con l’autore e con il pubblico Lubiano Montaguti, prefatore del libro, e Serena Focaccia, editor di Edizioni IN Magazine.

Per parlare della felicità, per farci riflettere sulla felicità, Mario sceglie incredibilmente una storia triste e dall’esito infausto, quella di Maria Stella, la cui fretta di vivere induce a percorrere scorciatoie pericolose e mortali. Un racconto avvolgente, che si legge d’un fiato, come una notizia televisiva, il flash di un’istantanea, e che lascia l’amaro in bocca per l’ineluttabile fine. Mario non ci racconta balle, la vita è questa. Eppure… c’è spazio per la felicità.

E Mario ci dice la sua, espone il suo pensiero con la schiettezza di chi dice quello che pensa, anche correndo il rischio di passare per moralista, senza paura di esplicitare pubblicamente i suoi ideali e le sue verità, i suoi valori e la sua fede. Pace, tranquillità, serenità, soddisfazione, contentezza, gioia, felicità, beatitudine sono i gradini della scala della vita di Mario, descritti con semplicità e passione. Mario non vuole avere ragione, non ci vuole convincere, vuole semplicemente invitarci a riflettere, “aprire un dibattito”.

(dalla “Prefazione” di Lubiano Montaguti)