venerdì 18 ottobre 2019

Personaggi

Barbara Sirotti: attrice e girovaga

5 maggio 2014
Barbara Sirotti: attrice e girovaga

“Esistono due tipi di cuochi: quelli che si rinchiudono in cucina a sperimentare come scienziati e quelli che viaggiano alla ricerca d’ispirazione e ingredienti, i cuochi girovaghi”. Sgrana i grandi occhi chiari Barbara Sirotti, attrice riminese, mentre racconta del suo ultimo progetto: il cartoon “La cuoca girovaga”, premiato all’Hollywood Taste Awards 2014. Un cartoon 100% made in Italy e in buona parte made in Romagna. Oltre a Barbara Sirotti, infatti, ha lavorato al doppiaggio Massimiliano Rossi, mentre la realizzazione audio è firmata dal Tam Tam Studio di Cesena guidato da Corrado Magalotti, produttore anche delle musiche originali tratte da “10.000 Migrants” della Banda Olifante; i disegni sono di Alberto Cosentino.
Un progetto dedicato ai bambini per insegnare loro il mangiar sano. Come nasce l’idea?
“L’idea è di Rosanna Marziale, una chef casertana riconosciuta a livello internazionale. Rosanna ha pensato di diventare protagonista di un cartone animato per raccontare le sue ‘storie di cibo’ e la sua continua ricerca di prodotti d’eccellenza del nostro Paese. L’idea è poi passata dalle mani di Paolo Pagliani, che ha scritto il soggetto. Si tratta di otto episodi che vedono una chef bizzarra e curiosa andare in giro a piedi per l’Italia, questo sia per mantenere la linea, sottolineando l’importanza dell’attività fisica, sia per invogliare i bambini a scoprire il gusto del cibo e della vita all’aria aperta. Così, ad esempio, Rosanna incontra un pezzetto di formaggio che le racconta la sua storia, poi assiste emozionata alla nascita della vera mozzarella di bufala e infine nuota felice e soddisfatta in un mare di autentica pasta di Gragnano. Mi sono divertita molto a dare voce a questo personaggio dinamico e gioioso”.
Ritirare un premio a Hollywood: non sono molte le attrici italiane che possono dire di averlo fatto. Come ci si sente?
“L’esperienza americana è stata entusiasmante. I Taste Awards premiano il meglio dei prodotti Tv, cinema e web in fatto di gastronomia, moda e lifestyle. Io e Alberto (Cosentino) abbiamo ritirato il premio dalle mani di Ashley James, Executive Chef del prestigioso Four Seasons Hotel Los Angeles di Beverly Hills, ed eravamo all’Egyptian Theater sulla celebre Walk of Fame. È stato emozionante capire quanto gli americani apprezzino la nostra cucina, l’eccellenza dei nostri prodotti tipici, il fatto che riusciamo a mantenerci in linea e che siamo estrosi e fantasiosi. Noi, invece, siamo sempre pronti ad autodenigrarci… Forse dovremmo tutti godere di quella sana invidia d’oltreoceano!”.
Qualche aneddoto simpatico sulla tua permanenza negli States?
“Ricordo quando mi portarono una parmigiana bisunta adagiata su spaghetti e meatball: pensavano di avermi appena servito cibo italiano… Ripiegai per un’insalata, ringraziando! Una cosa invece su cui riflettere seriamente è il clima che si respira a queste manifestazioni: non esistono discriminazioni, si è tutti parte dello show. Da questo punto di vista gli americani sono molto professionali, ognuno aspetta il suo turno per la sfilata sul red carpet, chiunque tu sia, hai il tuo turno”.
Tornata a Rimini, o meglio sempre in viaggio tra Rimini e Roma, a quali progetti stai lavorando?
“Lavorerò presto ad una web serie, poi c’è una possibile collaborazione con San Marino RTV con la quale ho lavorato più volte. Difficile capire come andrà a finire: è giusto favorire le risorse interne, però contributi esterni potrebbero forse arricchire l’offerta generale. Tra i tanti progetti ce n’è anche uno con la Rai, poi a Hollywood ho conosciuto molte persone tra le quali un agente, chissà!”.
Sei in continua evoluzione quindi. Come hai iniziato la tua carriera artistica?
“Grazie a mio padre, che mi fece studiare pianoforte; a 7 anni le frazioni per me erano tempi musicali e non oggetti matematici! Poi sono cresciuta, ho frequentato la Scuola d’arte drammatica Paolo Grassi e ho partecipato a tanti bei progetti, tra teatro, cinema, televisione e radio. Ci sono tante cose che ricordo con piacere, tra le quali sono molto affezionata all’intervista esclusiva che feci a Paolo Conte in occasione del suo concerto a San Marino, l’estate scorsa”.
Che dire, non ci resta che aspettarla prossimamente su questi schermi!

(Testo Melania Rinaldini)